fbpx

Pellegrinaggio a piedi alla Madonna Nera di Viggiano

0
Costo
A partire da40 €
Costo
A partire da40 €
Salva nella wishlist

Adding item to wishlist requires an account

3417

EscO in Basilicata

Attività inclusa nell’abbonamento.

Sono curioso!

 

Attività inserita nel calendario

BASILICATA OUTDOOR CARD

Bellissimo percorso di trekking in Basilicata in occasione della processione in discesa della Madonna Nera di Viggiano

 

Andai nei boschi per vivere con saggezza, vivere in profondità e succhiare tutto il midollo della vita, per sbaragliare tutto ciò che non era vita e non scoprire, in punto di morte, che non ero vissuto” – Walden, vita nei boschi di Henry David Thoreau

 

Dal 4 al 6 settembre 2020.

Per l’ottavo anno consecutivo, Al Parco, in collaborazione con l’agenzia di viaggi Ivy Tour e la guida Donatello Salvatore, organizza il pellegrinaggio a piedi da Satriano e Savoia (Valle del Melandro) alla Madonna Nera di Viggiano in occasione della processione in discesa della prima domenica di settembre. Una rotta ormai persa. Un percorso abbandonato. Una consuetudine passata. Un cammino lungo quaranta chilometri su una pista mai più battuta. In Basilicata i pellegrinaggi sono stati importanti momenti di evasione. Di condivisione. La memoria di questo cammino non è ancora andata perduta. Ci sono i racconti di chi non saltava un anno. Principio di settembre. “Bisognava fare la squadra che portava la Madonna dopo il mulino”. Perchè prima del mulino era, ed è, tutta un’altra storia.

In passato si andava a piedi al Santuario della Madonna di Viggiano, per devozione ma anche per necessità visti i limitati mezzi di trasporti dell’epoca. Era una consuetudine ormai perduta. Da quattro anni è diventata una nuova tradizione, un’immersione nella natura che si conclude con la scoperta di uno dei riti collettivi più sentiti della Basilicata. Non sei un lucano se non hai mai visto la processione della Madonna Nera e se non sei lucano non capirai mai del tutto il carattere e la tempra degli abitanti la Basilicata se alle 3:00 del mattino della prima domenica di settembre non sei sulla cima della Montagna Grande aspettando l’alba e l’inizio della processione al ritmo di tarantelle e suonate arcaiche (quest’anno non sarà possibile assistere a questo spettacolo perchè la Madonna non è salita al Monte). Intanto segnate la data. Si parte il 4 settembre alle 10:00 da Satriano di Lucania e Savoia. Boschi, radure, ruscelli, mulattieri, sentieri fino al Monte di Viggiano (1727metri). Si dorme in vetta. All’alba, con la Madonna, si scende in processione fino a Viggiano. Altri dodici chilometri. Nel frattempo non saremo esattamente più di quelli di prima. Il rito è fortissimo e prende anche gli scettici. Come il tragitto. Se suonate qualche strumento non dimenticatevelo per favore. Ma occhio allo zaino, leggero! Nel pomeriggio del 6 settembre un autobus ci riporta al punto di partenza.

NOTA: quest’anno la Madonna non è salita al Monte quindi la discesa a Viggiano sarà senza processione e visto che non c’è la necessità di essere al santuario il sabato sera, la seconda tappa di sabato viene accorciata.

Leggi il reportage del 2013

PROGRAMMA “PELLEGRINAGGIO MADONNA DI VIGGIANO”

Dal 4 al 6 Settembre 2020

04 Settembre
Satriano – Rifugio Fontana delle Brecce

Partenza ore 10:00 da Satriano

Pranzo a sacco tra i faggi maestosi della Costara di Sasso di Castalda 

Arrivo al Rifugio Fontana delle Brecce (chiuso)
Sistemazione in tenda, preparazione della cena in condivisione
Non ci sono bagni

05 Settembre
Rifugio Fontana delle Brecce – Piano Imperatore

Colazione  
Tappa impegnativa che dal rifugio Fontana delle Brecce (1300 metri) costeggia lo stagno di Piana del Lago e risale sui crinali dell’Appennino fino al Monte Calvelluzzo (1700 metri).
Subito dopo si scende al passo dei Tre confini (1470 metri) e si risale sul Monte Volturino (1835 metri) e si scende a Piano Imperatore per la cena e la notte. 

Allestimento delle tende, preparazione della cena in condivisione.
Non ci sono bagni.

DISLIVELLO DELLA TAPPA
1000 circa metri di salita
1000 metri di discesa

06 settembre
Piano Imperatore – Monte di Viggiano – Viggiano paese, 16km.

Si scende ancora fino al Tuppo delle seti (1280 metri) prima di affrontare la salita finale alla vetta della Montagna Grande di Viggiano (1723 metri).
Arrivo al santuario sul Monte di Viggiano. Discesa al paese e arrivo previsto nel pomeriggio!

Rientro in bus alle ore 19:00 circa.

Guardate questo video di 40 secondi giusto per assaggiare l’atmosfera che avremmo respirato questo giorno se ci fosse stata la processione.

 

Prezzo a persona per adulti

La quota comprende

Cosa è incluso

  • guida ufficiale del Parco Nazionale Appennino Lucano
  • ritorno in bus
  • trasporto tende

La quota NON comprende

Cosa è incluso

  • noleggio delle tende
  • tutto il cibo
  • tutto quello non compreso nella "quota comprende"

Munirsi di cibo sufficiente per: pranzo e cena di venerdì, colazione, pranzo e cena di sabato, colazione di domenica.

 

Informazioni tecniche

Difficoltà: E – Escursionistica
Dislivello: variabile

 

Consigli utili

Equipaggiamento consigliato

SCARPE: sono di fondamentale importanza in un’escursione di lunga percorrenza, sconsigliate quelle da ginnastica, se non se ne può fare a meno, controllare almeno che abbiano la suola ramponata. Le scarpe basse da trekking vanno bene. L’utilizzo di scarpe nuove è molto sconsigliato, basterebbe usarle per qualche giorno, anche per strada, formando ed adattando la scarpa al piede, in questo modo si evitano vesciche e sfregamenti che possono compromettere la buona riuscita della traversata. Calzini traspiranti di media altezza.
PANTALONI: meglio se lunghi di materiale tecnico, leggeri e scorrevoli sulle ginocchia al fine di favorire la marcia
MAGLIETTA: meglio se di materiale tecnico traspirante, leggera e che si asciughi rapidamente, preferire colori chiari
COPRICAPO: berretto, bandana o buff
BORRACCIA: di almeno un litro, preferibile termica
ZAINO: va bene un piccolo zaino da 25 -30 litri, le borse a tracolla sono inadatte, come uno zaino grosso e scomodo, su molti chilometri potrebbe essere fastidioso. Evitare di caricarlo troppo!
SACCHETTO: tenere sempre un sacchetto per i propri rifiuti, un contenitore ignifugo (se fumatore) per le proprie cicche di sigaretta
FARMACI INDIVIDUALI
ACCESSORI UTILI MA NON INDISPENSABILI: repellente per insetti, crema solare, occhiali da sole, fazzolettini o salviette umidificate, amuchina, binocolo, macchina fotografica, coltellino multiuso, poncho o k-way
TENDA E SACCO A PELO
FELPA: a 1700 metri di notte fa freddo, importante non dimenticarsi una maglia pesante!
Se vi piace il vino portate la vostra razione, 1 litro ciascuno va bene.

In caso di avverse condizioni atmosferiche l’escursione potrebbe subire variazioni o essere annullata.

CHIEDI INFORMAZIONI

  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.

Iscrizione per viaggiatori indipendenti

  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.

Iscrizione per Tour operator e Agenzie di Viaggio

  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.